Manuale

Da Wiki.

Logo iubar.png
PagheOpen

Guida per l'utente



Manuale software paghe elaborazione cedolini


Indice

Iniziare l'attività di elaborazione delle paghe

Adempimenti per inizio attività

Scaricare PagheOpen

L'applicazione è scaricabile liberamente dal sito www.pagheopen.it alla sezione Download - Prima installazione. Per installarlo è sufficiente eseguire il programma sul proprio PC e seguire le indicazioni a schermo.

Scaricare il programma dalla sezione download di PagheOpen


Requisiti di sistema

Le caratteristiche minime del personal computer indispensabili per installare il software sono le seguenti:

  • RAM: 256 MB (consigliati 512 MB)
  • Sistema operativo: Windows o Linux
  • Java (JRE): Versione 1.5 o superiore
  • Acrobat Reader: Versione 6 o superiore


Prima installazione

La procedura di installazione si articola in tre fasi che devono essere completate in sequenza prima di poter utilizzare l'applicazione. Di seguito saranno illustrate, passo dopo passo, le operazioni necessarie per il download e l'installazione. L'applicazione può essere installata in due modalità a seconda del volume di lavoro previsto:

Per piccoli uffici: 1 o 2 postazioni

Se si utilizzano uno o due postazioni di lavoro, è prevista una procedura di installazione semplificata che comporta l'installazione dei dati e del programma su un unico pc. In questa configurazione il Dbms (ovvero il modulo di gestione delle tabelle) può essere installato sullo stesso pc utilizzato per lavorare con l'applicazione. (Qualora fosse necessario predisporre una postazione di lavoro aggiuntiva, è sufficiente collegare quest'ultima con la postazione principale).

Fase 1: Installazione modulo server

Per prima cosa è necessario procedere all'installazione del Dbms Firebird che richiede la presenza di una qualsiasi versione di Windows.

Installazione Database Management System (DBMS)

  • Scaricare il DBMS Firebird a seconda del proprio sistema operativo.
  • Durante l'installazione di Firebird è importante lasciare la configurazione preeesistente come indicato nelle immagini sotto:
Lasciare la configurazione di default e confermare con Avanti
Lasciare la configurazione di default e confermare con Avanti


Dopo aver terminato l'installazione del Dbms "Firebird", è necessario riavviare il pc.

E' importante che Firebird venga installato sul disco C:

Gli utenti Windows, al successivo boot del computer, possono verificare dal Pannello di Controllo lo stato del servizio e specificare la modalità di esecuzione.


  • Accedere prima al Pannello di Controllo
  • Poi fare clic su "Firebird 2.0 Server Manager"
Installazione01.png


Firebird Server Manager su Windows Vista
  • Da Pannello di controllo -> Opzioni aggiuntive cliccare sull'icona di Firebird per verificarne l'esecuzione.
Vista01.jpg
Vista02.jpg


Firebird Server Manager su Windows XP
  • Nelle immagini seguenti è mostrato il pannello di controllo di Firebird e il relativo stato: attivo o non attivo.
  • Verificare che Firebird sia in esecuzione prima di procedere all'utilizzo del programma o all'installazione/aggiornamento delle tabelle.
Firebird è in esecuzione
Firebird non è in esecuzione


Fase 2: Generazione delle tabelle

  • Installare il pacchetto "Tabelle_xxxx.exe" sulla stessa macchina sui cui è stato installato il Dbms "Firebird".(xxxx varia a seconda della versione disponibile on line).
  • Seguire le istruzioni come in figura.
Clicca continua per far partire l'installazione
Clicca Avanti
Clicca Accetto
Si consiglia di non modificare la cartella di destinazione


  • Se si desidera installare dei dati di prova per effettuare dei test, è necessario mettere la spunta sulla casella Dati di esempio come in figura:
Mettere la spunta se si desiderano i dati di esempio e cliccare Installa


La generazione delle tabelle puo' richiedere anche una decina di minuti, quindi è importante attendere fino alla chiusura della finestra di installazione (vedi figura sotto) senza chiuderla.

Tabelle7.jpg
Il programma sta creando le tabelle - ATTENDERE


Completamento dell' installazione delle tabelle - Fine


A questo punto la creazione delle tabelle è andata a buon fine. Si puo' procedere con l'installazione del client dopo aver verificato i requisiti.

Fase 3: Installazione modulo client

Verifica dei requisiti di sistema

  • Verificare che sul pc sia installato il supporto java.
  • E' importante che si tratti della versione 1.5 o superiore.
Per Windows Vista occorre installare la versione 1.6


Figura 1:

YesJava.gif

Se appare l'immagine animata come quella riportata in figura 1, significa che l'ambiente Java è già installato ed è correttamente funzionante. Quindi procedere al passo successivo.
Figura 2:

NoJava.gif

Al contrario, se appare un'immagine come quella riportata in figura 2 significa che il supporto java è assente. Occorre provvedere all'installazione o all'aggiornamento di Java nel caso non si disponga almeno della versione 1.5.

  • Verificare se sulla postazione di lavoro sia disponibile Adobe Reader o un'applicazione equivalente.


Procedura di installazione del client

Installare il file eseguibile PagheOpen_xxxx.exe disponibile sul sito e procedere come descritto nelle figure.

Cliccare continua


Cliccare su avanti


Selezionare accetto le condizioni e avanti


Cliccare su avanti


Cliccare su avanti


Cliccare su fine per terminare l'installaziione client


Installazione in rete

Per uffici che prevedono un notevole volume di lavoro e utilizzano tre o più postazioni per l'elaborazione, si consiglia l'impiego di un server dedicato per la gestione dei dati.
In questa configurazione, per una maggior efficienza, il Dbms (ovvero il modulo di gestione delle tabelle) è installato su un computer dedicato (server). E' possibile poi collegare un qualsiasi numero di postazioni client (i pc che utilizzano l'applicazione) al Dbms, sia internamente che esternamente alla sede di lavoro.

Architettura2.jpg


La procedura di installazione delle singoli fasi è la stessa vista sopra, occorre però installare la fase 1 e la fase 2 sul server e installare la fase 3 (il client) sui pc che utilizzano il programma.
Per questa configurazione è importante che la connessione di rete sia già correttamente configurata; all'avvio del programma occorre indicare nella schermata di accesso al sistema l'indirizzo del server o il nome come visualizzato in figura :

Inrete.jpg


Avvio dell'applicazione

Far partire l'applicazione con doppio click, dall'icona creata sul desktop come in figura. Il programma durante l'installazione crea anche una cartella denominata Dati Paghe in cui vengono creati tutti i documenti prodotti (i modelli, le dichiarazioni ecc..).

Collegamenti del software sul desktop


Diagnostica

Se si sono verificati degli errori durante l'installazione, la finestra di diagnostica li segnala.

Err1.jpg

Le cause possono essere diverse:

  • Non è stato installato il software "Firebird" che gestisce le tabelle del programma. Verificare l'installazione della fase1
  • Il servizio Firebird non è in esecuzione. Verificarne la configurazione nella nota operativa
  • Sul suo pc è attivato un firewall (diverso da quello integrato in XP) che blocca la comunicazione tra l'applicazione e Firebird, occorre provvedere a configurarlo opportunamente o a disabilitarlo temporaneamente.
  • Se è stato installato Firebird su un pc diverso da quello su cui è installato il programma paghe, occorre accertarsi di aver inserito l'indirizzo corretto del computer remoto nella maschere di collegamento.


La figura sotto segnala invece che non sono state installate correttamente le tabelle.

Err2.jpg
  • Occorre verificare la presenza delle tabelle :

Da Risorse del computer, C/ Firebird_data, verificare la presenza della cartella e al suo interno di 5 file.fdb Se la cartella è vuota o inesistente: fare riferimento alla Fase 2 dell'installazione.

Chi ha già installato il programma sul proprio pc, può aggiornare il sistema con l'installazione del nuovo client (ovvero l'applicazione stessa) e delle nuove tabelle.

Non occorre invece installare il DBMS Firebird (se non è stato rimosso). E' sufficiente quindi ripercorrere la fase 2 e la fase 3 della prima installazione, mentre si può tranquillamente saltare la fase 1.

Aggiornamento tabelle

Collegandosi alla pagina relativa è possibile scaricare e installare il pacchetto di aggiornamento che porta il numero della versione da aggiornare.

Aggiornamento applicazione

Collegandosi alla pagina relativa è possibile scaricare e installare l'ultimo client disponibile online.

Aggiornamento DBMS Firebird

Disattivare l'esecuzione di Firebird dal Pannello di controllo, cliccando due volte sull'icona e nella finestra Firebird Server Control premere STOP.

Firebird .jpg


Sempre da Pannello di controllo, su Installazione Applicazioni rimuovere completamente Firebird e tutte le cartelle di file.

Da Risorse del computer, andare su Disco Locale C, e su Programmi rimuovere la cartella Firebird.

Ora si può procedere all'installazione del nuovo Firebird.

Vai alla pagina Installazione di Firebird

Questa sezione del manuale è un aiuto per interagire al meglio con la grafica del programma e capire in modo immediato la metodologia di utilizzo dei menù.

Grafica

Home.jpg


  • In rosa: Barra degli strumenti
  • In verde: Menu laterale è diviso per sezioni che sono ordinate per utilizzo. Se una sezione non è accesa non è possibile accedervi senza aver prima completato la sezione precedente.
  • In rosso: Area principale
  • In giallo: Barra di stato


Pulsanti

L'area principale è caratterizzata da diverse schermate a seconda della sezione in cui ci si trova. Con i pulsanti di navigazione segnalati nella figura sotto ci si può muovere con più facilità tra le maschere e possono essere utilizzati in alternativa al menù laterale.

Home2.jpg



Immagini

Le immagini presenti nel manuale sono state inserite in formato ridotto. E' possibile cliccare sull'immagine per visualizzarla a dimensione reale e poi tornare sulla pagina che la contiene chiudendo la nuova finestra che si aperta.

Inserimento dei valori in percentuale

Le percentuali (come quella relativa alla disabilità o ai familiari a carico o l'inserimento di un'aliquota personalizzata) vanno inserite mediante numero decimale:
ad esempio 50% va scritto 0,50 ad esempio 100% va scritto 1

Percentuali.jpg
Percentuali1.jpg


Inizializzazione del programma paghe

Dopo aver eseguito doppio clic sull'icona creata sul Desktop, si apre la finestra di collegamento:

Avvio dell'applicazione


Utilizzare le credenziali esistenti e connettersi.

Important.png Note:
Non ci si collega in alcun modo al nostro server ma alle tabelle installate in locale sul pc dell'utente

Come iniziare a lavorare

Di seguito vi è un elenco delle prime configurazioni da effettuare nel programma. Nelle prossime pagine, queste configurazioni saranno spiegate in maniera più approfondita con l'ausilio di immagini

  1. Dal menù Configurazione -> Titolare trattamento dati -> andare a configurare il titolare trattamento dati e tutte le informazioni richieste dalle linguette in alto.
  2. Inserire le anagrafiche fisiche.
  3. Inserire le anagrafiche giuridiche e identificarle con la forma giuridica.
  4. Configurare i datori di lavoro.
    • Scegliere il contratto
    • Le sedi
    • I centri di costo
    • Le posizioni bancarie
  5. Effettuare le assunzioni
  6. Configurare i lavoratori
  7. Elaborare le posizioni mensili
  8. Creare il cedolino paga

Salvataggio documenti

L'installazione crea sul desktop due collegamenti: l'icona stessa del programma e l'icona di una cartella denominata "Dati Paghe" dove il programma salva tutti i documenti prodotti (modelli, cedolini ecc..).

Collegamenti creati sul desktop


Tale cartella è raggiungibile anche dalla home page del software tramite l'icona della cartella, come rappresentato in figura sotto:

Collegamento alla cartella dei documenti "Dati Paghe"


Configurazione

Dal menù ->Configurazione -> Titolare trattamento dati

Generale
Anagrafica titolare

Con il tasto Aggiungi titolare nella barra di stato, aggiungere il titolare trattamento dati e compilare tutti i campi relativi richiesti e tutte le sezioni.

  • E' possibile inserire più titolari; nel caso siano più di uno, è necessario scegliere un titolare predefinito mediante la spunta: Titolare trattamento dati predefinito.
  • Il titolare predefinito viene preso come scelta automatica nel caso non sia stato assegnato alcun titolare per un datore di lavoro.


Rapporti con l'Inail
Rapporti con l'Inail

In questa schermata occorre inserire i dati che l'Inail fornisce in risposta alla richiesta di autorizzazione:

  • il numero autorizzazione alla numerazione unica;
  • la data autorizzazione;
  • il primo numero progressivo da assegnare al cedolino.

Tutti questi dati figureranno nel cedolino sotto il logo inail.

Rapporti con l'inps

Inserire le informazioni richieste relative ai rapporti con l'Inps.

Posta elettronica
Configurazione posta elettronica

Inserire i dati necessari per l'invio della posta elettronica: indirizzo del mittente, oggetto dei messaggi, indirizzo del server smtp. E' possibile scegliere un nome utente e una password di autenticazione.

Firma elettronica
Report
Creazione dei report

In questa maschera è possibile creare dei riepiloghi:

  • Elenco delle imprese rappresentate dal titolare trattamento dati
  • Fax simile dei fogli paga
  • Prospetto riepilogativo dei fogli paga


Configurazione generale

Dal Menu -> Configurazione -> Generale

Software esterno

In questa maschera si configurano i percorsi relativi ai software esterni con i quali è interfacciato il software per la creazione, il controllo e l'invio dei file telematici. Prima di tutto assicurarsi che i software di riferimento per l'invio telematico siano installati sul proprio pc. Si tratta dell' F24 online e dell' UniEmens Individuale.

Configurare il percorso relativo al software F24 online (clicca per ingrandire)


Configurare il percorso relativo al software Uniemens


  • Selezionando la prima icona (cartella) è possibile scegliere manualmente la posizione del software F24 all'interno del proprio pc.
  • Selezionando la seconda icona (lente) il programma trova in automatico il percorso (opzione consigliata).
  • Selezionando la terza icona (fulmine) il programma apre l'applicazione.


In corrispondenza del software da configurare scegliere il percorso e salvare la configurazione.

Configurazione percorsi (clicca per ingrandire)


Quando si inizia ad utilizzare il programma, è opportuno inserire in un'apposita maschera di PagheOpen alcuni dati pregressi per il calcolo corretto delle retribuzioni nell'anno corrente.

Addizionali regionali e comunali: cosa sono e come si calcolano

Configurazione

  • Dal menu -> gestione subordinato o gestione parasubordinato -> selezionare il nominativo del lavoratore e scendere nel menu verticale fino in fondo, dove c'è la maschera situazione anno.
Situazione anno (clicca per ingrandire)
  • Nella prima maschera recapiti si trovano già inseriti il domicilio fiscale in data 01/01 e 31/12, utili per il calcolo dell'addizionale. Occorre modificare qui la provincia e il comune di domicilio qualora fossero cambiati.
  • Selezionare la linguetta irpef dove occorre inserire i dati fiscali relativi all'anno precedente.


Inizio gestione con PagheOpen a gennaio

Nella maschera irpef :

  • selezionare l'anno precedente a quello in cui si desidera iniziare la gestione delle paghe del lavoratore
  • selezionare il bottone della scelta personalizzata come in figura sotto:
Situazione anno (clicca per ingrandire)


  • Inserire il reddito imponibile sul quale verranno calcolate le rate delle addizionali.
  • Inserire il valore dell'acconto pagato nel campo addizionale comunale anticipo pagato
Situazione anno (clicca per ingrandire)


  • Salvare con il dischetto
  • Chiudere la maschera


Inizio gestione con PagheOpen in corso d'anno

Se si inizia la gestione in corso di anno, è necessario agire su due maschere: quella relativa all'anno precedente e quella relativa all'anno in corso.

  • Selezionare l'anno precedente e cliccare su personalizzato in fondo alla pagina.
  • Inserire i valori relativi a:
    • reddito anno precedente e addizionale comunale saldo e addizionale regionale saldo pagata fino a quel momento.
  • salvare
Situazione anno (clicca per ingrandire)


  • occorre ora spostarsi nella maschera dell'anno in corso, selezionando l'anno e cliccando su personalizzato
  • Inserire i valori relativi a:
    • reddito annuo (parziale), irpef pagata (parziale) e addizionale comunale anticipo 2013
  • salvare
Situazione anno (clicca per ingrandire)


Procedere con l'elaborazione della prima posizione del mese in corso.

Nel menu Anagrafica vanno inseriti i seguenti dati:

  • le Persone giuridiche -> Società ecc..
  • le Persone fisiche -> Lavoratori, Imprese individuali, legali rappresentanti e altri soggetti.


Persone giuridiche

Per inserire una persona giuridica, entrare nel menù Persone giuridiche dal pulsante a sinistra e cliccare su Nuovo nella barra dei pulsanti in basso.

Clicca sulle immagini per ingrandire.

Nuova persona giuridica


Inserire la Partita Iva e compilare tutti i campi relativi (Ragione sociale, indirizzo, numero di telefono, email, sito web ecc..) e sempre sulla barra in basso premere Salva.

Configurare una persona giuridica

Per le persone giuridiche compilare in tutti i suoi campi la sezione Forma giuridica, selezionando la linguetta in alto. In questo modo la persona giuridica si identifica come Datore di lavoro ed è configurabile dal menù Datori di lavoro.
Per inserire il legale rappresentante utilizzare il tasto a destra del box denominato 'legale rappresentante' che apre la lista delle persone fisiche già presenti in anagrafica.

Inserire il legale rappresentante


Persone fisiche

Per inserire una persona fisica, cliccare sul menu corrispondente a sinistra "Persone fisiche" cliccare su "Nuovo" in basso, inserire il Codice Fiscale e compilare i campi.

Compilare anche tutti i menù in alto: Recapiti, Altri dati, Impresa Individuale e lavoro domestico e le informazioni riguardanti le banche.
Nel caso di una impresa individuale, selezionare il menù "Persone fisiche", inserire i dati anagrafici della persona, accedere alla linguetta in alto "Impresa individuale e lavoro domestico" e selezionare il tipo di Impresa (Individuale, Familiare ecc..)

Anagrafica02.jpg


Familiari

Anagrafica03.jpg


Nella sezione Familiari inserire il coniuge, i figli e altri familiari se presenti.

  • Coniuge: selezionare prima la persona fisica e poi inserire con il simbolo a fianco modifica i dati del coniuge, codice fiscale, data di nascita, nome, cognome.
  • Figli e altri familiari: con il tasto aggiungi inserire i dati relativi ai figli e altri familiari indicandone codice fiscale, data di nascita ecc.


Configurazione dei familiari a carico


E' indispensabile per l'esattezza dei calcoli inserire la percentuale di carico e la data di decorrenza (senza data e percentuale il calcolo non verrà effettuato).

Le percentuali come quella relativa alla disabilità o ai familiari a carico vanno inserite mediante decimale
ad esempio 50% va scritto 0,50
ad esempio 100% va scritto 1


Impresa individuale e lavoro domestico

Per la gestione del lavoro domestico consultare la seguente Nota operativa

Il menu Anagrafica -> Persona fisica -> Impresa individuale e lavoro domestico va a configurato se:

  • La persona è un datore di lavoro domestico
  • La persona è titolare di un'impresa individuale: configurare i campi sottostanti con la forma giuridica, la p.iva, la denominazione dell'attività.

Creare un nuovo datore di lavoro

Dopo aver creato le anagrafiche occorre identificare il datore di lavoro.

  • Dal menù Anagrafica -> Persone Giuridiche, selezionare quella da configurare ed entrare nella linguetta in alto "Forma Giuridica".
Configurazione dei datori di lavoro


Inserire tutti i dati richiesti come in figura:

  • Forma giuridica
  • Natura giuridica
  • Data costituzione
  • Legale rappresentante


Il legale rappresentante è da scegliere tra i nominativi delle persone fisiche presenti in anagrafica, per cui prima di selezionarlo occorre averlo inserito tra le anagrafiche persone fisiche.

Cliccando sul pulsante alla destra del box, "seleziona" si apre l'elenco delle persone fisiche da cui scegliere il nominativo. Una volta selezionato confermare con OK e salvare.

Come inserire il legale rappresentante


Creare una impresa individuale o un datore di lavoro domestico

  • Dal menù Anagrafica -> Persone fisiche selezionare quella da configurare ed entrare nella linguetta in alto "Impresa individuale e lavoro domestico".

Selezionare l'opzione e qualora si tratti di un impresa individuale configurare la forma giuridica.

Configurazione di una impresa individuale


Scegliere il contratto relativo al datore di lavoro

Dopo l'accesso al menu' principale -> Gestione datori di lavoro, entrare nel menù a sinistra -> Seleziona un altro datore, scegliere tra quelli creati in elenco e procedere con -> Seleziona e Continua, in basso a destra.
Ora ci si trova in -> Dettaglio datore di lavoro. Compilare con i dati relativi al datore. Per associare un contratto ad un datore, aprire la linguetta in alto Contratto. Selezionare -> Aggiungi contratto, scegliere il settore e il contratto utilizzato e confermare con -> Ok. Completare le informazioni richieste relative al "Gruppo contributivo" e all'"Area contributiva" -> Salva.

Scelta del settore e del contratto


Scelta del dettaglio


Important.png Note:
Se non è presente alcun dettaglio nell'ultimo box di scelta denominato dettaglio selezionato, il programma restituisce il seguente messaggio
Assenza del dettaglio


Occorre personalizzare il dettaglio creandone uno nuovo: Vai alla personalizzazione dei contratti

Associare il titolare trattamento dati

Aprire la linguetta Trattamento dati ed associare al datore un titolare trattamento dati precedentemente caricato e salvare le informazioni.

Trattamento.jpg


Inserire le sedi

Procedere con l'inserimento delle sedi. Occorre indicare almeno una sede per datore di lavoro. Dal menù a sinistra -> Gestione datori di lavoro -> Gestione sedi, inserire i dati relativi all'azienda prescelta, aggiungendoli all'elenco utilizzando il tasto -> Aggiungi sede e compilando tutta la scheda. E' importante definire qui la Categoria dell'attività e l'Attività economica -> Salvare.

Sedi01.jpg


Creare i centri di costo

E' possibile creare dei centri di costo relativi alle sedi dell'impresa selezionata, associando la Descrizione (es: Amministrazione, Marketing, Impianti di produzione, Magazzino...) alla sede. Dal menù a sinistra -> Gestione datori di lavoro -> Centri di costo, con il tasto nuovo inserire un record e indicarne la sede di riferimento e la descrizione e salvare.

Posizioni bancarie

Creare le posizioni bancarie del datore di lavoro con il tasto nuovo

Orario di lavoro

clicca per ingrandire

Configurare per ogni datore uno o più profilo orario. Un profilo è già presente di default e corrisponde all'orario di lavoro full time di 8 ore distribuito su 5 giorni lavorativi.

Con il tasto nuovo creare un nuovo orario, specificare la qualifica relativa e le ore per giorno della settimana e salvare.

Important.png Note:
Per una corretta gestione delle festività è importante configurare correttamente anche il giorno di riposo e il giorno a zero ore. Nella generalità dei casi, quando l’orario di lavoro è concentrato nell’arco dei cinque giorni, la sesta giornata è da qualificarsi come giorno non lavorativo, feriale a zero ore e la domenica come giorno di riposo.

Previdenza sociale

con il tasto aggiungi inserire le matricole aziendali inps relative alle sedi di lavoro.

clicca per ingrandire


Important.png Note:
Le matricole relative ai lavoratori parasubordinati con formato (cap+comune) non vanno inserite in quanto vengono create automaticamente dal programma

Posizione Inail

Configurare la maschera posizione inail, inserire le Pat e le voci di Tariffa nelle sezioni relative.

clicca per ingrandire


Parte generale

Effettuare un' assunzione

Per effettuare un'assunzione, scegliere la persona da assumere dall'elenco -> Persone Fisiche selezionandone il nome

e cliccare sul pulsante -> Inizio Rapporto posizionato sulla barra in basso a destra.

Effettuare un' assunzione


Nella schermata -> Assunzione, in alto scegliere nella finestra "Selezionare un'opzione" se si tratta di un rapporto subordinato o di un parasubordinato.

Trattasi di un dipendente scegliere "Rapporto Subordinato", trattasi di un collaboratore scegliere "Rapporto parasubordinato" e selezionare il nome dell'impresa che lo assume.

Confermare con -> Seleziona e continua sulla barra degli strumenti in basso.

Assunzione di un lavoratore subordinato

Scelta del rapporto subordinato/parasubordinato


Dopo aver selezionato il rapporto subordinato nella finestra in alto come in figura, scegliere l'azienda che assume e confermare con Seleziona e Continua

Compilazione dati assunzione (clicca per ingrandire)

Compilare i campi richiesti con i dati del lavoratore: la sede dove è stato assunto il lavoratore, il tipo di assunzione, la data assunzione, le qualifiche, il tipo contribuzione, la modalità di calcolo applicata e i coefficienti. --> Continua

Scelta della data assunzione dal calendario (clicca per ingrandire)


Scelta del tipo contribuzione (clicca per ingrandire)


Scelta del livello e della relativa contribuzione (clicca per ingrandire)


Scegliere la posizione contrattuale selezionando il livello e la rispettiva contribuzione mensile -> Seleziona e Continua

Apparirà la finestra "Creata una nuova posizione per il mese xx" e un messaggio che conferma l'assunzione:

Assunzione terminata


Important.png Note:
Appare una finestra che segnala che non è stato scelto alcun contratto

Occorre prima configurare il contratto e le sedi del datore di lavoro

La finestra avverte che a quel datore occorre abbinare almeno un contratto (clicca per ingrandire)


Durante la procedura di assunzione, nella scelta dell'impresa che assume, potrebbe apparire una finestra che segnala che non è stato scelto alcun contratto per quell'azienda. E' opportuno allora selezionare il contratto prima dell'assunzione.
Confermando con Ok si apre la sezione del dettaglio dell'azienda scelta. E' possibile selezionare il settore e il dettaglio nella linguetta in alto "contratto".
Allo stesso modo è opportuno inserire in anagrafica almeno una sede per l'azienda scelta, prima di procedere.
La finestra avverte che occorre identificare le sedi (clicca per ingrandire)
Per il dettaglio delle procedure tornare a 07 - Gestione datori di lavoro
Ora è possibile procedere con l'assunzione tornando al Menù Persone fisiche.

Assunzione di un lavoratore parasubordinato

Dall'elenco delle persone fisiche scegliere il nome del lavoratore da assumere e cliccare sul pulsante "Inizio Rapporto". Nella finestra successiva, scegliere l'opzione Rapporto Parasubordinato. Dall'elenco delle imprese, scegliere quella che assume e selezionare "Seleziona e continua".

Se si apre la finestra di informazioni che ci indica che per quella azienda non è stato ancora scelto un contratto di riferimento, cliccare OK e procedere come sopra nella definizione dell'impresa, del contratto e di almeno una sede.


Si apre la finestra di assunzione del parasubordinato, nella quale occorre inserire tutti i dati relativi al tipo di rapporto e all'attività svolta ecc...

Dopo aver confermato, si apre la finestra del dettaglio del subordinato dove si trovano tutte le informazioni sull' assunzione, sul tipo di rapporto e sui recapiti del lavoratore.

Inserire la sede e salvare le informazioni.

Cliccare sul tasto "Vai alla posizione mensile".

Creare una "Nuova posizione" e cliccare su "Vai agli elementi retributivi".

Selezionare gli elementi retributivi in alto e inserirne l'importo, cliccare su "Aggiungi". Continuare con il tasto di navigazione in basso a destra: "Continua" Si apre la pagina del riepilogo del cedolino, è possibile:

-> Elaborare il cedolino -> Creare il pdf -> Creare e archiviare il cedolino



Gestione del subordinato

  • Richiamare il datore di lavoro dal menù -> Datore di lavoro -> Selezionarlo dall'elenco evidenziando la riga corrispondente:
Gestione del subordinato


Nella barra in basso, è possibile proseguire la navigazione accedendo al dettaglio dell'impresa, oppure ai subordinati o parasubordinati in forza. Scegliendo il pulsante subordinati si apre l'elenco dei subordinati in forza. Selezionare il nominativo dall'elenco e proseguire con seleziona e continua.

Profilo contrattuale
Important.png Note:
Configurazione del subordinato da effettuare una tantum
Divisori mensili

Nella schermata "Dettaglio subordinato" compilare le linguette in alto riferite al Profilo contrattuale, in particolare occorre specificare e salvare i coefficienti utili per il calcolo della retribuzione mensile, agganciando la configurazione del lavoratore ai divisori contrattuali di riferimento.
Configurare il Tipo lavoratore, la modalità di calcolo e i coefficienti come mostrato in figura sotto:

Profilo contrattuale: configurazione dei coefficienti (clicca per ingrandire)


Ratei

Agganciare i ratei precedentemente configurati nella gestione del contratto, per il singolo lavoratore, scegliendolo in quelli proposti ne box relativo.

Profilo contrattuale: configurazione dei ratei (clicca per ingrandire)


Modalità di calcolo

Impostare il calcolo per la retribuzione:

  • Effettivo a ore imposta il calcolo considerando la retribuzione mensile, dividendola per i coefficienti orario contrattuale e moltiplicandola per le ore effettive relative al calendario presenze inserito.
  • Effettivo a giorni imposta il calcolo considerando la retribuzione mensile dividendola per il coefficienti giornaliero contrattuale e moltiplicandola per i giorni effettivamente lavorati relativi al calendario presenze inserito.
  • Mensilizzato a giorni imposta il calcolo considerando la retribuzione mensile.
  • Mensilizzato a ore imposta il calcolo considerando la retribuzione mensile.
Malattia

Per il calcolo della malattia, occorre configurare la categoria contrattuale tra quelle presenti nel box, come in figura:

Profilo contrattuale: configurazione della malattia(clicca per ingrandire)


Profilo contrattuale: configurazione della malattia(clicca per ingrandire)


Salvare il profilo contrattuale

Profilo previdenziale

Selezionare l'ente previdenziale INPS. Selezionare la classificazione. Scegliere l'aliquota previdenziale:

  • standard
  • personalizzata
Aliquota standard
Profilo previdenziale


  • Selezionare l'area di classificazione, il tipo lavoratore.
  • L'aliquota standard già presente nel riquadro.
Selezione dell'aliquota standard


Aliquota personalizzata

Se vi è la necessità di inserire un' aliquota diversa da quelle precaricate, scegliere il bottone aliquota personalizzata e cliccare sul tasto modifica a lato del box.

Scegliere l'aliquota personalizzata


Per inserire i valori:

  • cliccare sul tasto contrassegnato dal + verde aggiungi un elemento
  • Inserire la validità e la descrizione
  • Nella finestra sotto scegliere se utilizzare la modalità avanzata o semplificata per inserire i valori; nella avanzata vanno inserite le percentuali dettagliate, nella semplificata i valori tot<ali delle aliquote carico datore e carico lavoratore.

Inserire i valori percentuale in numero decimale. Dopo aver inserito tutti i dati previdenziali salvare il profilo, che figurerà nel menù Contributi inps - Posizione previdenziale per il lavoratore relativo.

Inserire i valori per l'aliquota personalizzata


Profilo orario

Configurare anche il Profilo orario scegliendolo nel combo tra quelli proposti e salvare.

In questa maschera è possibile associare ad ogni lavoratore un profilo orario personalizzato precedentemente configurato nel profilo orario del datore di lavoro;

Profilo orario


Procedere con il pulsante sulla barra degli strumenti in basso -> Vai alla posizione mensile.

Profilo scatti

Agganciare lo scatto di anzianità con quello configurato nella sezione contratti. Se non ci sono dati presenti, occorre prima configurare il contratto con i valori degli scatti, vedi pagina di riferimento
Inserire il numero degli scatti e inserire la data del prossimo scatto.

Profilo scatti (clicca per ingrandire)


Profilo fiscale

In questa sezione è possibile scegliere la strategia per stimare il reddito imponibile presunto e personalizzare i calcoli relativi alle detrazioni da lavoro e di famiglia. Effettuare le scelte selezionando le opzioni e salvando la maschera con il salva. Se non si sceglie nessuna opzione verrà eseguito il calcolo di default.

Profilo ANF

Dopo aver inserito le anagrafiche dei familiari in Persone fisiche -> Familiari,

come indicato nella sezione Anagrafica

configurare il profilo ANF:

  • selezionare ha i requisiti per l'assegno
  • il nucleo familiare
  • tipo importo
  • salvare
Profilo ANF (clicca per ingrandire)


Profilo previdenziale2

In questa maschera vengono gestiti gli altri enti previdenziali:

  • INPDAP:

inserire nello spazio relativo l'aliquota relativa al lavoratore inserendola la percentuale in decimali es. aliquota inpdap pari al 0,35% inserire 0,0035

Profilo previdenziale2 - Inserimento aliquota altri enti previdenziali


Profilo contrattuale2

In questa maschera vengono gestiti gli elementi della contrattazione individuale e le indennità specifiche.

Profilo contrattuale2 (clicca per ingrandire)


Profilo assicurativo

Configurare le qualifiche inail e la pat precedentemente inserita nella sezione posizione inail del datore di lavoro.

Profilo assicurativo (clicca per ingrandire)


Gestione contratti

Prima di procedere con l'assunzione, occorre verificare che siano presenti nel database gli importi relativi al contratto che si intende utilizzare. Sono infatti precaricati circa 170 contratti tra i più comuni. Se non sono presenti i livelli e gli importi, il programma ne predispone l'inserimento manuale dalla sezione -> Contratti nel menù a sinistra.

Come verificare la presenza di un contratto

Entrare nel menu verticale di sinistra alla sezione contratti, cliccare seleziona contratto e scegliere il settore da ricercare dall'elenco, nella maschera sotto selezionare il contratto e cliccare su seleziona e continua. Verificare i dettagli presenti per il contratto selezionato e gli importi caricati.

Personalizzazione dei contratti

I contratti precaricati nel database sono bloccati e non modificabili da parte dell'utente per motivi di aggiornamento dati.
Per personalizzare un contratto con nuove voci o inserire nuove retribuzioni occorre creare un nuovo dettaglio o utilizzare la funzione duplica dettaglio. La funzione crea dettaglio crea un nuovo dettaglio completamente vuoto, d apersonalizzare con voci, livelli e importi.

La funzione 'duplica dettaglio copia interamente il dettaglio già esistente attribuendogli un codice nuovo. Questo dettaglio può essere ampliato con nuove voci (ad esempio enti territoriali ecc... che si aggiungono alla retribuzione nazionale esistente).

Creare un nuovo dettaglio o duplicare uno esistente

Dal menu -> Contratti, cliccare su -> Seleziona altro contratto, scegliere il settore e il contratto e procedere -> Seleziona e Continua.

Contratti01.jpg


Inserimento nuovo dettaglio


Se non è presente alcun dettaglio, oppure occorre personalizzare il contratto con una gestione differente da quella esistente, cliccare sul pulsante -> Nuovo dettaglio sulla barra in basso e inserirne la descrizione.
Oppure entrare in un dettaglio esistente e utilizzare la funzione Duplica dettaglio con la possibilità di copiare il dettaglio in questione per poi personalizzarlo con la massima flessibilità.

Caricare i valori retributivi

E' possibile inserire le retribuzioni su base oraria, giornaliera o mensile.

  • Configurare i valori contrattuali con il dato paga riferita a mese/giorno/ora e salvare.
Retribuzione.jpg


  • Menu Gestione voci

Selezionare le voci inerenti al contratto di riferimento dalla finestra "Elementi a disposizione" e portarle nell'altra finestra tramite la freccia "Aggiungi" -> Salvare.

Confermare gli eventuali messaggi aggiuntivi.

Inserimento voci contrattuali


  • Menu Livelli

Inserire i livelli e la relativa descrizione

confermare ogni inserimento con il tasto "Modifica /Aggiungi". Ad esempio Livello A, Descrizione -> Impiegati, confermare con Modifica-Aggiungi.

Inserimento livelli contrattuali


  • Menu Importi

Nella prima colonna selezionare il livello

Nella seconda colonna la voce per la quale inserire il valore

Nella casella corrispondente digitare l'importo

Specificarne la validità nella casella valido da

Salvare con Modifica/Aggiungi

E' infatti possibile aggiungere più importi con differenti validità per facilitare l'aggiornamento manuale delle retribuzioni.

Inserimento importi


Tornando al riepilogo è possibile visualizzare l'elenco degli importi contrattuali inseriti.

Configurazione del contratto

Per completare l'inserimento del contratto, occorre configurare da -> Contratti -> Seleziona altro contratto

Scegliere il settore e il contratto -> Seleziona e Continua

Configurare le linguette in alto.

Coefficienti -> valore indispensabile per il calcolo della retribuzione.

Compilare la sezione coefficienti


Con il tasto Nuova opzione inserire un nuovo profilo dei coefficienti come da contratto e indicare il coefficiente giornaliero, orario, orario di lavoro settimanale e la distribuzione in giorni e salvare i dati immessi.

Important.png Note:
I coefficienti contrattuali sono i divisori mediante i quali viene calcolata la retribuzione; si riferiscono ai dati relativi al contratto e non all'orario del lavoratore, pertanto in caso di lavoratore part-time i coefficienti rimangono gli stessi di un lavoratore full-time e cioè quelli indicati nel contratto di riferimento. La retribuzione non viene calcolata correttamente se tali divisori sono assenti o errati.


Retributivi -> inserire le mensilità contrattuali come indicato in figura

Compilare la sezione retributivi


Scatti anzianità

Per la configurazione degli scatti occorre posizionarsi sul menu verticale e cliccare su Gestione contratto -> Scatti anzianità -> selezionare la sezione scatti

  • Cliccare sul tasto Nuovo
  • Inserire la frequenza dello scatto
  • L'importo forfettario o la maggiorazione in percentuale (inserita con numero decimale)
Configurazione scatti di anzianità


  • Scegliere se lo scatto è valido per tipo lavoratore o per tutti
  • Scegliere per quale livello è valido lo scatto inserito:
Configurazione scatti di anzianità


Maggiorazioni

Configurare le maggiorazioni per categorie di lavoro: prestazioni straordinarie, lavoro notturno, lavoro a turni ecc...

Con il tasto Nuovo creare un nuovo dato, posizionarsi sulla riga relativa e inserire le informazioni riguardanti:

  • il tipo lavoratore
  • la categoria
  • la percentuale di maggiorazione

Salvare le informazioni inserite

Configurazione delle maggiorazioni


Ratei

  • Dal menu Contratti -> Seleziona altro contratto -> Scegliere il settore e il contratto da configurare -> Seleziona e Continua
  • Entrare nel menu Ratei
Menu Ratei


Nella linguetta Dettaglio è possibile andare a inserire i valori dei ratei relativi alle ferie e ad altri ratei (Riduzione orario, Festività soppresse, Permessi, Banca ora, Flessibilità)

  • Cliccare sul tasto Aggiungi un elemento per aggiungere un nuovo valore.
Aggiungi un elemento


  • Come rappresentato in figura il nuovo valore del rateo va agganciato al coefficiente contrattuale preesistente: scegliere il coefficiente e continuare con il tasto aggiungi.
Inserimento valori dei ratei


  • Rateo Ferie: inserire il valore del rateo mensile relativo alle ferie:
  • inserire il valore annuo diviso 12 (mensilità) e il campo calcola automaticamente il valore del rateo mensile.


Important.png Note:
esempio: Se le ferie sono 26 gg annui, inserire nella casella 26/12 con unità di misura giorni. Il valore mensile viene calcolato automaticamente.
Ferie: rateo mensile


Se il valore delle ferie annue è vincolato all'anzianità, effettuare la selezione relativa all'anzianità e inserire con il tasto aggiungi i mesi di anzianità (da .. a..).
Inserire gli altri ratei utilizzando la stessa logica e salvare i dati inseriti con Salva.

Festività

Nella linguetta generale è possibile escludere alcune festività dal calcolo della retribuzione;

Menu Festività


Con il tasto aggiungi scegliere la tipologia di festività da escludere -> salvare.

Menu Festività


Ricerca contratti

Per verificare la presenza di un contratto precaricato, posizionarsi al menu principale Contratti e selezionare la voce Ricerca

Entrare nel menù Ricerca e inserire una delle voci richieste:

  • codice del contratto
  • codice del dettaglio
  • descrizione del contratto o del dettaglio
  • iniziare la ricerca cliccando su cerca
Ricercare un contratto


Nella riga sotto vengono visualizzati. Selezionarlo e cliccare su Visualizza dettaglio per entrare nel riepilogo del contratto e verificare le tabelle retributive contrattuali.

Creazione e stampa dei modelli

Incomplete.png Testo incompleto:
Questa sezione deve essere ampliata

Nel menù a sinistra, alla voce "Documenti e modelli", sono presenti dei modelli per la creazione di stampe di varia utilità:

  • Informativa in relazione al trattamento dei dati personali
  • Autocertificazione sulla sicurezza ecc.
  • Domanda di iscrizione alla gestione separata

E' inoltre possibile creare documenti personali per ogni esigenza e inserirli nel programma.


Creazione documenti

Per iniziare andare sul menù corrispondente a sinistra: "Documenti e modelli". Nel sottomenù "Visualizza modelli" vengono elencati quelli già disponibili e pronti da compilare e cliccando su "Anteprima" si apre la struttura del documento in formato OpenDocument (con il supporto del programma gratuito OpenOffice) che verrà compilato dal software.

Modelli.jpg


  • Andare nel sottomenù "Creazione documenti"
  • 1) Selezionare il modello: si apre l'elenco dei modelli disponibili. Selezionare quello da compilare e scegliere "continua".
  • 2) Selezionare l'impresa e il relativo lavoratore per il quale effettuare la stampa e scegliere "continua"
  • 3) Creare il documento.
Creazio1.jpg


Il programma crea le compilazioni nella cartella "Documenti" all'interno di "Dati_Paghe", per visualizzarlo cliccare nell'icona contrassegnata da una cartella sulla barra degli strumenti in alto.

  • Confermare con Ok
  • Creare il documento.


Creare documenti Personalizzati

Il software permette agli utenti di creare modelli di documenti personalizzati e di compilarli con i dati relativi ai lavoratori e alle aziende inseriti nel programma.

  • Aprire il programma OpenOffice e creare il modello desiderato.
Creazione di un documento personalizzato


  • Sostituire i campi relativi all'azienda, ai lavoratori ecc.., con i tag presenti nella finestra di diagnostica:
Diagnostica


  • Il modello di esempio compilabile dal software risulterà come in figura:
Doc.esempio02.jpg


  • Affinchè il programma compili il documento creato, è necessario inserire il documento nella cartella "Modelli" raggiungibile da C:/Programmi/Iubar/PagheOpen_client/Modelli

Archiviazione documenti pdf

Incomplete.png Testo incompleto:
Questa sezione deve essere ampliata

E' possibile archiviare i file pdf generati in un database (770, CUD, cedolini..), con la possibilità di recuperarli in modo semplice e veloce.

Archiviazione.jpg

In questo modo:

  • i file non prendono spazio sul disco
  • é semplificata la procedura di recupero file ed è possibile archiviare un numero maggiore di documenti rispetto al salvataggio in una cartella.


Stampa

(Da scrivere: cliccare su modifica per inserire un contributo)


Incomplete.png Testo incompleto:
Questa sezione deve essere ampliata


Dichiarazioni mensili

Per procedere alla compilazione delle denunce mensili, entrare nel menù principale Dichiarazioni mensili e selezionarne una.

Dal menu dichiarazioni mensili scegliere la dichiarazione da compilare


Le dichiarazioni gestite sono le seguenti:

  • F24
  • UniEmens
  • MUT
  • Enpals
  • Dmag


Delega F24

Indicazioni generali

Il modello F24 è utilizzato per pagare:

  • Imposte sui redditi e ritenute alla fonte;
  • Iva, IMU, Imposte sostitutive delle imposte sui redditi e dell’Iva; Irap; Addizionale regionale o comunale all’Irpef;
  • Contributi e premi INPS, INAIL, ENPALS, INPDAI; Diritti camerali; Interessi in caso di pagamento rateale e quanto altro previsto.

Somme dovute (compresi interessi e sanzioni) in caso di:

  • Liquidazione e controllo formale della dichiarazione;
  • Avviso di accertamento; Atto di contestazione delle sanzioni o Avviso di irrogazione sanzioni; Accertamento con adesione (concordato);

Conciliazione giudiziale; Ravvedimento.

Il modello F24 è reperibile presso gli sportelli delle banche convenzionate, dei concessionari, delle Poste Italiane, dell'Inps, dell'Inail e dell'Enpals. Inoltre, può essere prelevato dal sito Internet dell'Inps nella sezione modulistica, in formato PDF editabile, sia nella versione standard sia in quella con calcolo automatico delle relative somme.
Se non presente sul proprio pc, non è necessario installare alcun software in quanto verrà scaricata l'applicazione temporanea dal web pronta per essere utilizzata.

Utilizzo del modello e pagamento

Compilato il modello F24 il pagamento può avvenire:

  1. tramite il software Entratel sul sito dell' Agenzia delle Entrate
  2. tramite sistemi di home banking
  3. recandosi alla banca con il pdf del modello stampato

Flusso di creazione

Schemaf24.jpg


Compilazione denuncia

Dal menu ->Dichiarazioni mensili -> F24 -> Contribuente

Compilazione F24


scegliere il contribuente tra l'elenco delle persone fisiche o Persone giuridiche

Compilazione F24


cliccare su compila in automatico:

Compilazione F24


Scegliere la mensilità per la quale elaborare la denuncia
Si apre la sezione ERARIO-> seleziona e continua
Si apre la sezione INPS-> seleziona e continua
Alla sezione riepilogo confermare la creazione del file cliccando su Crea file dati T24
Confermare la creazione del file come in figura sotto:

Creazione file T24


Confermare l'avvio dell'applicazione F24 Online per la compilazione ed elaborazione della delega:

Apri software F24


Ora è possibile controllare e terminare la compilazione delle varie sezioni tramite il software F24 Online e creare il pdf della delega F24.

UniEmens

Indicazioni generali

Il nuovo sistema UniEmens deriva dall'unificazione dei flussi retributivi (DM10) con i flussi contributivi (Emens) in un unico documento: l' UniEmens integrato. Il software paghe è interfacciato con il software di controllo messo a disposizione dall'Inps per la verifica dei tracciati prodotti.

  • Prima di procedere con la creazione del tracciato, assicurarsi di aver scaricato e installato dal sito internet dell'Inps il software di controllo dell'UniEmens individuale integrato.
  • Controllare in questa pagina la corretta configurazione del percorso.

Procedura di creazione tracciato

Andare nel menu Dichiarazioni mensili e scegliere UniEmens:

Menu UniEmens (clicca per ingrandire)


Selezionare dal combo a destra il titolare dati e l'anno della denuncia:

Selezionare il titolare trattamento dati e il mese di competenza (clicca per ingrandire)


Cliccare su nuovo nella barra in basso, per creare una nuova composizione, selezionare anno e mese -> vai alla composizione

Selezionare l'elenco imprese (clicca per ingrandire)


Creare la composizione selezionando le aziende con i pulsanti aggiungi e selezionando i collaboratori e i lavoratori nei rispettivi box. E' possibile utilizzare anche i pulsanti auto

Selezionare le aziende e i lavoratori da includere nella denuncia (clicca per ingrandire)


Creazione documento xml(clicca per ingrandire)


E' possibile effettuare una prima verifica sul tracciato utilizzando il pulsante verifica; Per visualizzare il tracciato prodotto selezionarlo dalla riga in basso e cliccare su apri.

Aprire il documento con apri (clicca per ingrandire)


Procedura di verifica tracciato

Aprire il software di controllo dal pulsante Inps Emens posizionato in basso:

Aprire il software di controllo (clicca per ingrandire)


Software di controllo uniEmens Individuale Integrato(clicca per ingrandire)


Cliccando su elaborazione, scegliere il file xml prodotto da PagheOpen.
Selezionare il file dal percorso Documenti -> Dati Paghe -> UniEmens

Selezione file xml (clicca per ingrandire)


Inizio verifica file xml (clicca per ingrandire)


Al termine della verifica, viene creato il file controllato da inviare all'Inps.

Risoluzione di eventuali problematiche

All'apertura del software di controllo Inps:

Important.png Note:
Il programma potrebbe segnalare che non è stata trovata l'applicazione, come nell'immagine sotto. Occorre assicurarsi di avere correttamente installato il software dell'Inps per la validazione del tracciato e di aver indicato il percorso corretto nella configurazione
Non è stato trovato il software dell'Inps


Controllare le procedure tornando a questa pagina

Gestione agricoltura DMAG

Indicazioni generali

Trimestralmente il datore di lavoro deve presentare all’Inps territorialmente competente il modello "DM AG-UNICO" (circ. 153/2002) al fine di dichiarare le giornate impiegate e la retribuzione corrisposta. Con l’applicazione delle disposizioni previste dalla Legge 81 dell’11 marzo 2006 ,anche per questo adempimento è obbligatoria dal 1°LUGLIO 2006 la trasmissione telematica .(Circ.115/2006). La DENUNCIA è composta principalmente da due parti: la prima, utilizzata per indicare i dati aziendali completi e fornire le altre informazioni necessarie per il calcolo contributivo (alla presentazione del DMAG segue infatti il calcolo del dovuto e l'invio del modello F24 per il pagamento), la seconda, predisposta per l’indicazione dei dati occupazionali e retributivi dei lavoratori al fine di implementare le posizioni assicurative individuali e per l’erogazione delle prestazioni. I termini per la presentazione dei DMAG TELEMATICI a partire dal 4° trimestre 2006 sono:

  • I° trimestre 30 aprile
  • II° trimestre 31 luglio
  • III° trimestre 31 ottobre
  • IV° trimestre 31 gennaio anno successivo

Anche per questo adempimento l’invio telematico può essere effettuato , dopo il rilascio del PIN o l’abilitazione alla sezione agricoltura, oltre che direttamente dal datore di lavoro anche dai soggetti intermediari abilitati di cui all’art.1 della Legge n.12 del 11/01/1979. (Circ.32/2004).
Fonte: Inps.it

Configurazione dei dati

Prima di procedere con la creazione del file xml da inviare, occorre necessariamente configurare alcune maschere relative alla gestione agricoltura con i dati richiesti dalla denuncia trimestrale.

Gestione datori di lavoro (una tantum):

  • Gestione datori di lavoro-> Agricoltura
  • Maschera generale:
configurazione dati su datore di lavoro (clicca per ingrandire)


  • Maschera altro:
configurazione dati su datore di lavoro (clicca per ingrandire)


Gestione subordinati (compilazione mensile)

  • Gestione subordinati-> Agricoltura
configurazione dati mensili nella posizione del subordinato (clicca per ingrandire)


Procedura di creazione tracciato

Andare nel menu Dichiarazioni mensili e scegliere Dmag:

dichiarazioni mensili - Dmag


Cliccare sul tasto nuovo e scegliere il titolare dati e il periodo di competenza della denuncia confermando l'inserimento con il tasto ok:

dichiarazioni mensili - Dmag

Continuare la navigazione con il pulsante in basso a destra Vai alla composizione

dichiarazioni mensili - Dmag
dichiarazioni mensili - Dmag


E' ora possibile visionare il file creato, cliccando su Apri cartella nella barra in basso ed inviarlo tramite il sito dell'Inps.

Modello CUD

Il Cud è la certificazione unica dei redditi di lavoro dipendente, assimilati (per esempio, compensi percepiti da soci di cooperative di produzione e lavoro, remunerazioni dei sacerdoti, assegni periodici corrisposti al coniuge) e di pensione che il datore di lavoro, o l’ente pensionistico, rilascia ai propri dipendenti o pensionati per attestare le somme erogate e le relative ritenute effettuate e versate all’Erario.
Fonte: Agenziaentrate.gov

Compilazione

Per procedere alla compilazione del modello entrare nel menu Dichiarazione annuali -> CUD

dichiarazioni annuali- CUD


Selezionare i dati per la compilazione:

  • Impresa
  • Lavoratore
  • Anno modello
  • Anno dichirazione

e procedere con Crea pdf
Il software compila e apre il documento CUD in formato pdf editabile.

Modello 770 semplificato

Incomplete.png Testo incompleto:
Questa sezione deve essere ampliata
  • Entrare nel menu Dichiarazioni annuali e selezionare 770 smp.
  • Selezionare dall'elenco l'impresa, l'anno e l'anno della dichiarazione
  • Cliccare su esporta
  • Far partire l'applicazione 770 online con il pulsante Applicazione sterna

Modello 770 ordinario

Incomplete.png Testo incompleto:
Questa sezione deve essere ampliata



Il software permette di elaborare tutta una serie di stampe riepilogative delle situazioni elaborate.
Entrare nel menu Datore di lavoro e cliccare su Dettaglio
Scorrere in fondo al menu verticale di sinistra e scegliere Riepiloghi

  • E' ora possibile scegliere il documento da elaborare tra quelli possibili:
    1. Riepilogo annuo per impresa
    2. Riepilogo annuo per lavoratore
    3. Riepilogo annuo per persona
    4. Riepilogo annuo per centro di costo
    5. Riepilogo mensile per impresa


Esempio di riepilogo contabile annuo per lavoratore:

Riepilogo 2


Casi pratici

Esempio N. 1 – Malattia Apprendista

PERIODO DENUNCIA: GIUGNO 2005
EVENTI DEL MESE: MALATTIA DAL 6 AL 18 GIUGNO
L’AZIENDA CONSIDERA LE PRESENZE DEL MESE CORRENTE
LAVORATORE CON QUALIFICA DI APPRENDISTA (“QUAL1” = 5 APPRENDISTA SOGGETTO
ALL’ASSICURAZIONE INFORTUNI), A TEMPO PIENO (QUAL. 2 = F) 
E INDETERMINATO (“QUAL.  3” = I) APPARTENENTE AL SETTORE COMMERCIO (“COD. CONTRATTO” = 042)
RETRIBUZIONE DETERMINATA IN MISURA MENSILIZZATA

La particolarità di questo esempio è quella di evidenziare come pur in assenza di indennità economica a carico dell’INPS il lavoratore abbia comunque diritto, in caso di malattia pari o superiore a 7 giorni, all’accreditamento figurativo per una retribuzione pari all’intero ammontare che avrebbe percepito al netto di eventuale retribuzione corrisposta dal datore di lavoro come avviene per la generalità dei lavoratori.

Denuncia relativa al mese di Giugno 2005

Apprendista assunto in data 2 maggio 2004 per il conseguimento del 4° livello di professionalità (24 mesi). Trova applicazione la normativa stabilita dal ccnl 3.11.1994 e dall’accordo di rinnovo 20.09.1999. La retribuzione è stabilita in percentuale sulla retribuzione del livello di riferimento dei lavoratori qualificati di pari livello. La retribuzione per la seconda metà del periodo di apprendistato è pari all’ 85% paga base tabellare + indennità contingenza (85% di 718,46 + 524,22) = 1.134,91

Trattamento economico di malattia a carico azienda: 60% della retribuzione lorda cui avrebbe avuto diritto in caso di normale svolgimento del rapporto, per i primi 3 giorni di malattia: [(1.134,91/26) x 3gg x 60%)] = 43,6503 x 3 x 60% = 78,57.

Evento di malattia dal 6 al 18 giugno 2005

Malattia.jpg
Cedol malattia.jpg

Imponibile previdenziale: 690,00

Giorni retribuiti: 17 (26 – 9)

Settimane:

Pr sett/fraz.: 24 - Tipo copertura: 2 . Tale settimana è caratterizzata da retribuzione ridotta per la presenza di integrazione a carico datore di lavoro; Pr sett/fraz: 25 - Tipo copertura: 1. Settimana totalmente non retribuita a seguito dell’evento di malattia che dà diritto all’accreditamento figurativo

Calcolo Diff. da accreditare 1.134,91 / 26 = 43,65

43,65 x 12gg = 523,80 – 78,57 (integrazione c/o Ditta) = 445,23

La somma dell’imponibile previdenziale con l’ammontare della differenza da accreditare (689,68 + 445,23) dà come risultato 1.134,91, ciò che l’apprendista avrebbe percepito se avesse lavorato.

Esempio n.2 - Congedo matrimoniale

A tutti i lavoratori dipendenti spetta in caso di matrimonio un congedo matrimoniale pari generalmente a 15 giorni di calendario:

  • per i dirigenti e gli impiegati, a totale carico del datore di lavoro,
  • per gli operai e intermedi, a carico dell’INPS per un numero di ore lavorative comprese in un periodo di 8 giorni (normalmente ore 46,62 = 6,66 x 7gg) e a carico del datore di lavoro per i restanti giorni lavorativi compresi nel periodo.

L’evento di congedo matrimoniale per i giorni a carico INPS non rientra tra quelli tutelati dalla legge dal punto di vista della copertura figurativa. Pertanto, al verificarsi di tale evento e in assenza, nelle medesime settimane, di altre tipologie di eventi tutelati, la settimana o le settimane caratterizzate dal congedo c/o INPS non saranno mai settimane con tipo copertura di tipo 1 o 2. A seconda del giorno di decorrenza del congedo c/o INPS e dell’integrazione o meno del Congedo c/o INPS le settimane caratterizzate dall’evento possono assumere ”Tipo copertura” diversi:

CONGEDO MATRIMONIALE CON INDENNITA’A CARICO INPS E SENZA RETRIBUZIONE A CARICO DITTA

Periodo congedo matrimoniale e relativa copertura, in relazione al diverso giorno di decorrenza del periodo stesso.

Decorrenza Domenica:
  • prima settimana senza copertura, perché interessata dal congedo c/o INPS;
  • seconda settimana senza copertura, perché priva di retribuzione a carico Azienda;
  • terza settimana con copertura, se nei restanti giorni è stata corrisposta retribuzione
Decorrenza lunedi
  • prima settimana senza copertura, perché interessata dal congedo c/o INPS;
  • seconda settimana senza copertura, perché priva di retribuzione a carico Azienda;
  • terza settimana con copertura, se nei restanti giorni è stata corrisposta retribuzione
Decorrenza martedi
  • prima settimana con copertura, se nel giorno precedente è stata corrisposta retribuzione;
  • seconda settimana senza copertura, perché parzialmente interessata dal congedo c/o INPS e priva di retribuzione a carico Azienda;
  • terza settimana con copertura, se nei restanti giorni è stata corrisposta retribuzione
Decorrenza mercoledi
  • prima settimana con copertura, se nei giorni precedenti è stata corrisposta retribuzione;
  • seconda settimana senza copertura, perché parzialmente interessata dal congedo c/o INPS e priva di retribuzione a carico Azienda;
  • terza settimana con copertura, se nei restanti giorni è stata corrisposta retribuzione
Decorrenza giovedi
  • prima settimana con copertura, se nei giorni precedenti è stata corrisposta retribuzione;
  • seconda settimana senza copertura, perché parzialmente interessata dal congedo c/o INPS e priva di retribuzione a carico Azienda;
  • terza settimana con copertura, se nei restanti giorni è stata corrisposta retribuzione.
Decorrenza venerdi
  • prima settimana con copertura, se nei giorni precedenti è stata corrisposta retribuzione;
  • seconda settimana senza copertura, perché parzialmente interessata dal congedo c/o INPS e priva di retribuzione a carico Azienda;
  • terza settimana senza copertura, perché priva di retribuzione a carico Azienda.
Decorrenza sabato
  • prima settimana con copertura, se nei giorni precedenti è stata corrisposta retribuzione;
  • seconda settimana senza copertura, perché interessata dal congedo c/o INPS;
  • terza settimana senza copertura, perché priva di retribuzione a carico Azienda.

CONGEDO MATRIMONIALE CON INDENNITA’A CARICO INPS E CON RETRIBUZIONE A CARICO DITTA

Decorrenza domenica
  • prima settimana senza copertura, perché interessata dal congedo c/o INPS;
  • seconda settimana con copertura, per retribuzione a carico azienda;
  • terza settimana con copertura se nei restanti giorni è stata corrisposta retribuzione
Decorrenza lunedi
  • prima settimana senza copertura, perché interessata dal congedo c/o INPS;
  • seconda settimana con copertura, per retribuzione a carico azienda;
  • terza settimana con copertura se nei restanti giorni è stata corrisposta retribuzione
Decorrenza martedi
  • prima settimana con copertura, se nel giorno precedente è stata corrisposta retribuzione;
  • seconda settimana con copertura, per retribuzione a carico azienda;
  • terza settimana con copertura se nei restanti giorni è stata corrisposta retribuzione
Decorrenza mercoledi
  • prima settimana con copertura, se nei giorni precedenti è stata corrisposta retribuzione;
  • seconda settimana con copertura, per retribuzione a carico azienda;
  • terza settimana con copertura se nei restanti giorni è stata corrisposta retribuzione

Precedente | Indice | Successivo



Appendice B

Avvio dell'applicazione con l'impiego di Java WebStart

In fase di avvio appare una finestra di protezione: la verifica della firma digitale è un sistema di autenticazione che certifica la provenienza e l'integrità del programma.

Spuntare la casella "Consenti sempre attendibili i contenuti di questo autore" ed eseguire l'applicazione.

Firma.jpg


Configurazione

Per l'accesso ai dati è necessario specificare le seguenti credenziali:

  • Utente: sysdba
  • Password: masterkey

Inoltre, è importante specificare l'indirizzo ip del server Dbms "Firebird". Per chi ha installato il server e il client sullo stesso pc, è sufficiente utilizzare il valore 127.0.0.1

Il percorso fisico del Db deve essere impostato con i valori di default C:/firebird_data

Example.jpg



Per l'importazione e l'esportazione dei dati occorre utilizzare un determinato tipo di formato, il CSV (Comma Separated Values).Per informazioni approfondite, fare riferimento al seguente documento: Il formato CSV

Importazione

I dati che si possono importare sono:

  • Anagrafica Persone Fisiche
  • Anagrafica Persone Giuridiche
  • Presenze:
  1. Ore lavorate
  2. Timbrature

Struttura dei dati

Per le persone fisiche e le persone giuridiche il file CSV da importare deve avere una struttura specifica.

Anagrafica Persone Fisiche

Il file CSV per l'anagrafica persone fisiche deve contenere i seguenti valori, quindi occorre denominare le colonne nel modo seguente:

CF, NOME, COGNOME, EMAIL, TEL, CELL, FAX

Non hanno importanza l'ordine dei campi, nè le minuscole e le maiuscole. E' possibile esportare anche solo alcuni dei campi sopraelencati.

Anagrafica Persone Giuridiche

Il file CSV per l'anagrafica persone giuridiche deve contenere i seguenti valori, quindi occorre denominare le colonne nel modo seguente:

PIVA, RAGIONESOCIALE, DATACOSTITUZIONE, EMAIL, TEL, FAX

Non hanno importanza l'ordine dei campi, nè le minuscole e le maiuscole. E' possibile esportare anche solo alcuni dei campi sopraelencati.

Presenze

L'introduzione del Libro Unico del Lavoro ha apportato varie modifiche all'attività di elaborazione paghe, gravando sulla mole di lavoro attribuita al consulente. Infatti con l'entrata in vigore del decreto legge del 25 giugno 2008, dovranno risultare registrate per ogni giorno dei singoli mesi di riferimento:

  • il numero delle ore di lavoro effettuate;
  • l'indicazione delle ore di straordinario;
  • le eventuali assenze dal lavoro, anche non retribuite;
  • le ferie;
  • i riposi.

Questa procedura viene semplificata, in quanto il datore di lavoro dovrà preparare un file csv con le presenze da inviare mensilmente (via mail o via web) al consulente il quale importerà i dati direttamente in PagheOpen.

File semplificato di importazione presenze

Il formato dei dati delle presenze che il datore di lavoro dovrà registrare, dovrà rispettare il seguente standard:

  • File ore lavorate
CF, DATA, ORE
BNDLRAXXXXXXXXXX, 01/01/2008, 8
BNDLRAXXXXXXXXXX, 02/01/2008, 7
.....

dove CF si riferisce al codice fiscale, DATA al giorno di riferimento e ORE alle ore di lavoro ordinarie effettuate dal lavoratore.

Personalizzazione del file

Il suddetto file può essere o stato preparato manualmente dal datore o un file prodotto da software per il rilevamento delle presenze. Nel caso in cui questo software non produca un formato compatibile con quello standard, è possibile fare delle personalizzazioni. Ad esempio se viene prodotto in formato testo, occorrerà riformattarlo copiando i dati in Calc o Excel e salvando in csv. Ma se il file prodotto è totalmente incompatibile con lo standard proposto, occorrerà modificare la configurazione di PagheOpen per far si che accetti i dati nel formato prodotto.

Procedura avanzata: modifica della configurazione software

E' possibile importare i dati relativi alle presenze in formati alternativi o personalizzati. Ad esempio i file potrebbero avere la struttura seguente:

  • File timbrature:
CF, DATA, ENTRATA, USCITA
BNDLRAXXXXXXXXXX, 01/01/2008, 9.00, 13.00
BNDLRAXXXXXXXXXX, 02/01/2008, 9.00, 13.00
.....

dove invece delle ore lavorate sono indicate l'ora di ingresso e l'ora di uscita.

La struttura del file CSV da importare è libera e completamente personalizzabile sia in termini di valori che in nomi di colonne. I valori che possono essere importati sono i seguenti:


  • 1 Codice fiscale
  • 2 Partita Iva
  • 3 Codice Inps del lavoratore
  • 4 Codice del badge o del cartellino del lavoratore
  • 5 Data (ovvero giorno di riferimento)
  • 6 Ore lavorate
  • 7 Orario di ingresso effettivo
  • 8 Orario di uscita effettivo
  • 9 Orario timbratura generica
  • 10 Campo riservato utile per specificare se la timbratura è riferita all'entrata o alll'uscita del lavoratore

I nomi delle colonne e il valore che rappresentano possono essere personalizzati configurando la tabella del database denominata FIELDMAP, in relazione ai nomi e ai valori esistenti nel file CSV.

Esempio

Il file da importare ha la seguente struttura:

 CF, DATA, ENTRATA, USCITA
 BNDLRAXXXXXXXXXX, 01/01/08, 9.00, 13.00
 BNDLRAXXXXXXXXXX, 02/01/08, 9.00, 13.00
 .....
  • L'impresa in questione è Moretti Cucine cod.anagrafica = 50
  • Eseguire le seguenti query:
INSERT INTO FIELDMAP (IDIMPRESA, IDFIELD, NOME) VALUES ( 50, 1,  'CF')
INSERT INTO FIELDMAP (IDIMPRESA, IDFIELD, NOME) VALUES ( 50, 5,  'DATA')
INSERT INTO FIELDMAP (IDIMPRESA, IDFIELD, NOME) VALUES ( 50, 7,  'ENTRATA')
INSERT INTO FIELDMAP (IDIMPRESA, IDFIELD, NOME) VALUES ( 50, 8,  'USCITA')

DOVE

  • 50 è il codice anagrafica dell'impresa
  • i valori 1,5,7,8 si riferiscono ai codici dei valori sopra elencati e identificati in rosso.

Esportazione

Modalità semplificata

Effettuare l'esportazione dei dati è molto semplice ed automatico. E' possibile esportare le anagrafiche delle Persone Fisiche e delle Persone Giuridiche. Il file che viene creato è un file CSV.
Dal menù di PagheOpen -> Altro -> Importa dati sezione Esporta
selezionare i dati da esportare se Persone giuridiche o Persone fisiche e la cartella di destinazione e terminare l'esportazione con il tasto Esporta.Nella cartella di destinazione viene creto un file CSV apribile con un foglio di calcolo.

Modalità avanzata

Esportare dati dal database a un foglio di calcolo

I dati contenuti nel database e gestiti con Flamerobin, possono essere esportati con facilità su un foglio di calcolo. Ad esempio, si potrebbe avere l'esigenza di esportare le anagrafiche per averle disponibili su foglio Excel o Calc.

Flamerobin permette di effettuare questa operazione con estrema facilità utilizzando il formato Csv.

Ecco come fare:

  • Da START -> Tutti i programmi
  • Aprire Flamerobin.


  • Collegarsi con il database facendo doppio clic.
Esport03.jpg


  • Aprire la tabella che contiene i dati da esportare, es. Anagrafica, utilizzando il tasto destro sopra il nome della tabella e cliccando su Select from.
Esport02.jpg


  • Cliccare nell'angolo in alto a sinistra per selezionare tutti i dati e utilizzando il tasto destro, cliccare Save as CSV file e salvare il documento con un nome.
Esport04.jpg


  • Riaprendo il documento con doppio clic, occorre spuntare come separatore la tabulazione come in figura:
Esport05.jpg


  • Mettere la spunta su tabulazione
  • Confermare con ok
  • Si apre il foglio di calcolo.



Appendice E: Lavoro partime

Gestione dei calcoli con PagheOpen

Come viene gestito il decimale dell'euro con PagheOpen

Tutti gli importi in euro anche se visualizzati con l'arrotondamento alla seconda cifra decimale, sono internamente memorizzati con quattro cifre decimali. Ogni calcolo avviene quindi con la massima precisione matematica. Molti programmi non si comportano in questo modo e utilizzano per fare i calcoli solo 2 cifre, con la conseguenza a lungo termine, di una consistente perdita di denaro.

Errori di calcolo nei programmi per le paghe

Spesso i programmi per le paghe incorrono in errori di calcolo dovuti all'arrotondamento dell'euro e all'errata gestione dei decimali.

Con l'aiuto di OpenOffice, abbiamo cercato di riprodurre una situazione tipica.

Errori img1.jpg

Nonostante il calcolo sia lo stesso, i risultati nelle celle B3 e C3 sono discordanti.

Questo perchè nel primo caso il calcolo tiene conto della cifra effettiva di € 2,415 che è stata inserita, mentre nel secondo la cifra di € 2,415 viene prima arrotondata e poi calcolata con l'effettiva perdita di € 0,50.

Molti programmi si comportano in questo modo, con la conseguenza che, arrotondando ad ogni passaggio di calcolo, si verifica una considerevole perdita in precisione e in denaro.

Esempio pratico

Ecco come si presenta il cedolino paga: nelle caselle vengono visualizzate le cifre con soltanto 2 campi decimali

Calc02.jpg


Ma il programma internamente effettua tutti i calcoli con 6 cifre dopo la virgola, come visualizzato in figura sotto e arrotondando soltanto in fase finale.

Questo significa una massima precisione nei calcoli e la sicurezza che non si hanno perdite di denaro in busta.

Calc01.jpg

Note operative